Forum Scrittori

Notifiche
Cancella tutti

Marketing... ma quanto tempo gli va dedicato?  

   RSS

2

Ho pubblicato un romanzo, ma ho pochissime persone che mi seguono nei social.

Come posso pubblicizzarlo senza diventare molesto? Quanto tempo dovrei passare sui social a pubblicizzarlo?

Oltre ai social dove posso farmi conoscere?

Grazie

Andrea

Andrea Bindella

Etichette discussione
1 Risposta
5

La domanda sul marketing di un libro potrebbe aprire una discussione molto ampia. Provo a fare delle semplici considerazioni, sperando di offrire qualche spunto di riflessione.

Marketing sui social network

Come hai tu stesso evidenziato, il rischio di sembrare molesti è molto concreto. Partiamo però da una considerazione generica: ci saranno almeno tre categorie di persone che potrebbero acquistare il tuo libro dopo aver letto da qualche parte un tuo post sui social:

  1. Persone poco interessate al libro ma con cui hai un forte legame, come ad esempio parenti e amici strettissimi. In questo caso, le azioni da compiere sono poche, lo acquisterebbero a prescindere, in ragione del vostro rapporto. Sarà dunque sufficiente scrivere un post ogni tanto, diciamo una volta a settimana/dieci giorni per i primi 2 mesi dopo l'uscita del libro, per far sapere che lo hai pubblicato.
  2. Persone molto interessate al libro per l'argomento trattato, per l'ambientazione, per il genere e per altri fattori intrinsechi del libro stesso (questo argomento vale a maggior ragione per i saggi, oltre che per la narrativa). In questo caso, verosimilmente, questi soggetti apparterranno solo in minima parte ai tuoi contatti (tra l'altro hai precisato in premessa di averne pochi) quindi, per raggiungerli, il consiglio è di avviare un'adeguata campagna pubblicitaria. Si, significa investire tempo e un budget adeguato. Visto che la tua domanda è sul tempo, una campagna adeguata dovrebbe durare almeno 3 mesi.
  3. Persone interessate al libro e con le quali hai un forte legame, questo è il target più interessante, quello che offre maggiori soddisfazioni. Parliamo di lettori che apprezzano sinceramente quello che scrivi (magari ti conoscono già per precedenti pubblicazioni o perchè produci contenuti online come interviste, recensioni, articoli su un blog, ecc...); oppure colleghi scrittori che ti ammirano e con cui intrattieni sistematicamente rapporti sui sociali, magari frequentate le stesse Pagine, gli stessi gruppi, le stesse chat, gli stessi ambienti online. Per questo tipo di target, la tua domanda sul tempo è incalcolabile perchè il legame con queste persone è il frutto di un'azione costante e spesso quotidiana. Ma quando pubblicherai il tuo libro e glielo farai sapere attraverso pochi post o una semplice presentazione online, molto probabilmente saranno tra i primi a comprare il libro e magari a lasciarti una bella recensione su uno store online.

 

Marketing al di fuori dei social network

Questo è un capitolo molto grande, anche qui mi limito a dare qualche spunto, ma curiosamente i target a cui rivolgere la tua azione di marketing sono gli stessi :

  1. Parenti, amici, colleghi, ecc... poco interessati al tuo libro ma molto interessati alla tua persona. Se escludiamo i social network, potrebbero venire a conoscenza della pubblicazione del tuo libro attraverso una presentazione dal vivo (solitamente in una libreria), l'invio di un'email, un messaggio whatsapp e altri mezzi extra social network. Il tempo da dedicare alla promozione per questo target non è elevato, una presentazione si organizza in un mesetto scarso.
  2. Persone che non conosci ma potenzialmente interessate al tuo libro per il genere, l'argomento trattato, ecc...Allo strumento della presentazione potresti affiancare la partecipazioni a fiere del libro, banchetti nelle manifestazioni, ecc...per proseguire su questo argomento avremmo bisogno di distinguere tra pubblicazione in self o con casa editrice (che teoricamente dovrebbe organizzare occasioni d'incontro tra autore e lettori), per questo mi tengo generico. Parto inoltre dalla tipologia più semplice di scrittore, cioè quello privo di sito internet, privo di mailing list, ecc... Ad ogni modo, a libro pubblicato, anche qui la fase di promozione potrebbe durare circa 3 mesi.
  3. Persone interessate al libro e che ti conoscono, che puoi informare con gli stessi mezzi accennati precedentemente. Se fai molta vita sociale, frequenti ambienti letterari, fai semplicemente girare la voce, con buona probabilità ti contatteranno personalmente per ricevere una copia del tuo libro. Per questo target, il tempo da dedicare al marketing in sè è poco ma quello da dedicare alla socialità e la cura delle relazioni intellettuali e culturali è molto elevato e si sviluppa quotidianamente e al di là dell'uscita del tuo ultimo libro.

Altri spunti interessati per promovere un libro avendo a disposizione un minimo di budget li puoi trovare in questo articolo: 3 tipi di servizi per promuovere un libro autopubblicato. Si tratta di idee valide anche per promuovere libri pubblicati con case editrici.

Questo post è stato modificato 1 mese fa da Vivlìo
Questo post è stato modificato 1 mese fa da Tiziano

@tiziano

Grazie Tiziano! 😀 

Credo di essere l'unico al mondo con i parenti §[email protected]#°i 🤐 🤣: nessuno si è letto un mio romanzo! 🤣 🤣 

Ultimamente sto leggendo cose in contro tendenza. In molti sconsigliano di usare i social per il marketing - che invece rimandano al proprio sito e news letter -, ma piuttosto per creare interazione con i propri lettori.

Spingono molto sul pubblicare storie brevi da regalare a chi si iscrive alla propria news letter. In America va molto forte bookfunnel.com (a pagamento), ma in Italia non c'è niente di simile.

Credo che spendere il proprio tempo a scrivere piuttosto che passarlo a fare post sui social sia la cosa più sensata (almeno lo è per me in questo momento). Vediamo i prossimi sviluppi.

Ciao!

Condividi:

Send this to a friend