Servizio di Editing e Correzione Bozze: 3 cose da sapere

Pubblicare un libro è un processo completo che parte dal concepimento dell’opera e termina con la commercializzazione del tanto sudato testo letterario. Tra questi due stadi c’è un mondo di passi intermedi, e chi ha già pubblicato un libro (con Casa Editrice o in Self publishing) conosce sicuramente l’argomento. In questo articolo non affronteremo tutte le fasi del processo di pubblicazione di un libro ma ci focalizzeremo su un aspetto importante: il perfezionamento dell’opera attraverso un servizio di editing e correzione bozze professionale.

Perchè richiedere un servizio di editing e correzione di bozze

Intanto va chiarito che editing e correzione bozze sono due servizi distinti e quindi possono essere acquistati anche separatamente. Con l’editing, infatti, si lavora sulla qualità sostanziale dell’opera curandone stile, coerenza dei personaggi, solidità della trama, ecc…mentre la correzione di bozze riguarda la sistemazione formale di refusi e errori di battitura. Solitamente questi due servizi vengono acquistati insieme perchè chi ha scritto un libro e vuole presentarlo direttamente al pubblico attraverso il self-publishing (oppure inviarlo alle case editrici) dovrà necessariamente confrontarsi sia con la struttura del romanzo sia con sviste formali (i tanto temuti refusi!).

C’è anche un altro motivo per cui questi servizi editoriali solitamente vengono abbinati, e riguarda chi effettua la prestazione. Un professionista impegnato in un editing, infatti, non potrà certamente ignorare errori di battitura, anche perchè storture formali spesso distraggono il lettore e in fondo l’editor altri non è che un lettore super qualificato in grado di aiutarvi a migliorare l’opera.

Tornando al motivo della richiesta di un editing/correzione bozze, va detto che anche gli scrittori più affermati hanno bisogno di un editor e di un correttore di bozze semplicemente perché attraverso il confronto e l’aiuto di un professionista l’opera può migliorare anche di molto il suo potenziale artistico.

Quanto costa un editor e un servizio di editing e Correzione bozze

Qui viene il bello: ci sono almeno tre modi per scoprire quanto costa un servizio di editing e correzione bozze.

Metodo 1: il tariffario

Non è molto diffuso perché il settore in sé patisce un piccolo difetto di trasparenza sui costi: sono pochi infatti gli editor che chiariscono con serenità quale sia la tariffa: solitamente chiedono di essere contattati per un preventivo. Ci sono fortunatamente anche delle eccezioni e dai prezzi esposti su Vivlio.pro, possiamo affermare che in genere il costo per editing + correzione bozza si aggira in media intorno alle 250 euro per ogni 100 cartelle. Per dare un’occhiata più da vicino alle tariffe consulta le tariffe dei servizi di editing:

Metodo 2: preventivo diretto

Una prassi piuttosto diffusa è quella di inviare all’editor una copia del proprio manoscritto e attendere il fatidico preventivo. L’attesa di quel numerello può essere snervante ma c’è un vantaggio in questo metodo: solitamente, il preventivo è accompagnato da una dimostrazione delle competenze dell’editor. In pratica, un editor navigato sa che il modo migliore per dimostrare quanto vale è editare un tot pagine (solitamente una decina). In questo modo, prima di accettare, rifiutare o trattare sul preventivo, l’acquirente ha qualche informazione in più rispetto al professionista a cui si sta affidando.

Su Vivlìo la richiesta di preventivo avviene attraverso un semplice tasto che mette in comunicazione diretta l’editor con l’acquirente:

Servizio di Editing e Correzione Bozze

Metodo 3: richiesta di preventivo

Nel metodo precedente (preventivo diretto) si sceglie un editor e lo si contatta per una richiesta di preventivo. Questo implica però aver già stretto il raggio d’azione attorno ad una cerchia di editor. Immaginate invece di potervi rivolgere ad un’intera community di editor descrivendo:

  • il vostro progetto letterario (numero di cartelle, genere, ecc…)
  • il vostro budget
  • i tempi di consegna

Sulla base della vostra richiesta, sarete contattati solo dagli editor disposti a svolgere il lavoro alle condizioni da voi indicate. È un metodo molto comodo, non trovate? Questo sitema è piuttosto diffuso sui cosiddetti marketplace come Fiverr , Freelancer e Vivlìo. I primi due, tuttavia, hanno lo svantaggio di essere anglofoni e generalisti mentre Vivlìo è, ad oggi, l’unico marketplace italiano specializzato esclusivamente sui servizi editoriali, appositamente ideato per garantire un servizio ritagliato intorno alle esigenze degli scrittori.

Per effettuare una richiesta di preventivo alla community di Vivlìo è sufficiente cliccare su questo tasto:

L’interfaccia per richiedere il preventivo si compone di pochi campi ed è molto semplice:

Servizio di Editing e Correzione Bozze

Nel primo campo, intitolato “DI COSA HAI BISOGNO?”, potrete inserire la dicitura Servizio di editing e correzione bozze e proseguire con la compilazione degli altri campi. Il chiaro vantaggio di questo metodo di ricerca editing consiste nel potersi rivolgere ad una pluralità di editor chiarendo quali sono le proprie esigenze di budget, a quale genere appartiene la propria opera (un editor coscenzioso potrebbe avere un genere di riferimento; in questo caso farebbe meglio a evitare di lavorare all’editing di un romanzo distante dal suo stile).

Solo i professionisti disposti a svolgere il lavoro alle condizioni descritte nella richiesta preventivo si metteranno in contatto con voi e da questa fase in poi si innescherà un dialogo con loro. In sostanza è uno dei modi più rapidi per effettuare una prima cernita di freelance che (potenzialmente) faranno al caso vostro.

Articoli per blog e siti web
A partire da 5,00 €
Editing strutturale + correzione bozze
A partire da 150,00 €
Editing formale o stilistico
A partire da 220,00 €
Micro editing + Correzione di bozze
A partire da 200,00 €

A chi rivolgersi per un servizio di editing e correzione bozze

La scelta dell’editor è una questione spesso epidermica. È anche una di quelle scelte in grado di condizionare (e di molto) la riuscita del romanzo. Non si dimentichi, inoltre, che fare editing e correggere bozze è un lavoro di squadra e dunque richiede una certa sintonia tra editor e autore. Nell’era di internet e delle community, spesso, prima di acquistare un servizio, si avvia una conversazione con il professionista, si raccolgono delle impressioni e, nei limiti del possibile (e delle foto profilo), ci si guarda negli occhi. Questi fattori posso influenzare la scelta, anche se ovviamente non la devono condizionare del tutto. Da bravi detective, dunque, si raccomanda di svolgere un’indagine sull’editor. È buona norma verificare le sue qualifiche, analizzarne il curriculum, capire quanti lavori ha svolto; chiedergli in maniera schietta, via chat, a quali progetti ha collaborato. Domandategli, per esempio, se ha mai lavorato con case editrici o se ha collaborato solo con autori indipendenti. Spulciate, se presenti, anche i feedback lasciati dagli autori che si sono avvalsi dei suoi servizi. Il mestiere dell’editor e del correttore di bozze non si improvvisa. Siate esigenti, soprattutto con gli editor che esigono una retribuzione in linea con le tariffe di mercato. Assicuratevi che l’editor abbia una formazione umanistica e che abbia frequentato corsi di specializzazione in editing. Il successo della vostra fatica letteraria dipenderà, in buona parte, anche da questa scelta.

29/09/2019

Send this to a friend